Archivi tag: carlo ginzburg

I padri della patria dopo sabato. Er Pelliccia assurge a 5 padre della patria, mentre Leatherface spodesta il re e si pone come deus ex machina. satanic heil.

Annunci

Si fa festa al Club della Filosofia: avendo dimostrato che er cazzo è in sé immanente, vincendo così una vecchia scommessa, Carlo Ginzburg se la balla sul tavolino; Foucault se la ride e persino lo sconfitto Chomsky, che per penitenza va in porta, alla fine è preso bene. Giusto Platone rimane un po’ così, in disparte col suo slip bianco e il suo tatuaggio che dice: PANTA REI

Ecco le vere foto del bunga bunga: Silvio Anton La Vey Berluskoni esausto si appoggia all’altare satanico. Intanto la festicciola, simpatica, goliardica e super colorata va avanti.

Il Prof. Carlo Ginzburg, seguendo alla lettera le formule magiche lette dal Prof. Werner Mayer nel Libro Verde dei Negromanti, evoca uno che esce su Google Immagini cercando “sabba” e poi Tommaso d’Aquino con la maglia della Lazio. Contesto: un bel bosco arcano.

Durante una riunione del governo ombra teso a destabilizzare l’occidente, un satanico Carlo Ginzburg illustra una diapositiva tridimensionale di Hecate, scaturente da raggi del male neri e rossi. Una strega e un diavolone irrompono felici a dorso di un cavallo del male. Previti ride compiaciuto.

Tipico esempio di storia verticale: alle olimpiadi mesopotamiche edizione Assur 730 a.C. Assurbanipal si esibisce in un esercizio ginnico (la verticale), mentre una giuria presieduta da Hammurabi dà i voti. Notate la guardia giurata dominatrix sulla ziqqurat

Storia notturna! Un diavolone con le sembianze di Cragnotti intrattiene nel sabba Bertrand, Jack e Kurt Russell con le fattezze di megere, mentre Carlo Ginzburg materializza un trapano dal nulla